1

Le Onde d’urto risolvono veramente il dolore alla Spalla?

Scommetto che hai fatto una bella Risonanza o Ecografia alla tua Spalla ed è spuntato fuori che hai delle calcificazioni.

L’Ortopedico o il Fisiatra ti hanno allora parlato delle Onde d’urto!

Tu però non ci hai capito molto e vorresti saperne qualcosa in più, giusto?

Magari pensi anche che le calcificazioni siano come dei granelli che debbano essere sgretolati!

Bene, se così fosse, hai finalmente trovato l’articolo giusto per chiarirti ogni dubbio.

Ci sono molte cose infatti che devi sapere su questa terapia.

Ti assicuriamo che, una volta letto, avrai le idee molto più chiare.

Probabilmente penserai:

“Questo articolo mi ha fatto davvero risparmiare un sacco di tempo e soldi”

Vediamo quindi cosa sono le onde d’urto e se sono realmente efficaci per risolvere per sempre il tuo dolore alla Spalla.

Sei pronto? Buona lettura!

Cosa sono le Onde d’urto alla Spalla

Le onde d’urto sono impulsi, onde sonore che passano attraverso la pelle fino a “colpire” l’area interna da trattare.

Esse possono essere di due tipi: radiali o focali.

La differenza è la differente propagazione delle onde.

Nelle focali gli impulsi sono concentrati e terminano in un unico punto. In quelle radiali invece si diffondono in un’area più ampia.

A quale scopo vengono quindi utilizzate?

Le onde d’urto hanno l’obiettivo di:

  • eliminare le calcificazioni tendinee
  • contrastare gli stati infiammatori
  • favorire la guarigione di fratture di difficile risoluzione
  • ridurre i dolori articolari

 

Il loro meccanismo d’azione non è ancora però del tutto chiaro.

Si pensa che stimolando le fibre nervose si possa ottenere un effetto analgesico, mentre agendo sul tessuto tendineo ne possa favorire il naturale processo di riparazione.

Per quanto riguarda il dosaggio, la frequenza ed il numero di sedute necessarie, ad oggi non è ancora chiaro quale sia la soluzione più indicata.

Le onde d’urto alla Spalla sono efficaci?

Se stai cercando informazioni prima di tentare questa strada, abbiamo qualcosa che potrebbe fare al caso tuo.

È la storia di Martina, una paziente che si era rivolta a noi dopo aver fatto tre sedute di onde d’urto alla spalla.

Martina ha 43 anni e fa l’impiegata.

Come spesso accade, inizia ad avvertire dolore alla spalla dopo le molte ore al computer.

Preoccupandosi facilmente quando si tratta della propria salute, decide di fare un’ecografia, dopo essersi informata su internet.

Una volta ritirata l’impegnativa dal suo medico, fa l’ecografia e, sorpresa!

Il referto dice che c’è una calcificazione di 4 millimetri nel tendine del sovraspinato.

Nel frattempo il dolore alla spalla inizia ad aumentare, così Martina pensa:

“C’è questa calcificazione, quindi sarà certamente quella la causa del dolore”

Chiedendosi poi:

“Come si fa ad eliminare una calcificazione alla spalla?”

Ecco nuovamente in suo “aiuto” Google. Ci sono le onde d’urto alla spalla!

Martina cerca quindi un centro in cui vengono praticate e fa 4 sedute.

Nonostante il trattamento sia un po’ doloroso, alla fine il dolore sembra migliorare.

Sono però passati ormai 3 mesi dall’inizio e il problema non è sparito del tutto.

Qualcuno deve dire a Martina la verità

Quando è venuta da noi, abbiamo subito capito il problema.

Quello che abbiamo dovuto spiegarle però è come mai il dolore fosse ancora presente, nonostante l’iniziale beneficio.

Le viene spiegato come prima cosa che le onde d’urto possono anche avere un effetto sul dolore ma questo non è garantito e quasi sempre è temporaneo.

Purtroppo Martina questo non lo aveva trovato scritto nelle sue ricerche su internet.

Scopre inoltre che la calcificazione non è la responsabile del suo dolore.

Nessuno le aveva detto infatti che le calcificazioni sono asintomatiche, salvo rari casi in cui creino conflitti con altri tessuti.

A noi è bastato visitare la Spalla per capire la mancata correlazione con il suo dolore.

Non poteva giustificarlo in nessun modo!

Come abbiamo potuto aiutare Martina allora?

Attraverso un programma di esercizi specifici sul vero suo problema: il muscolo.

In questo modo ha potuto in 6 settimane liberarsi completamente del suo dolore.

E cosa ancora più importante, ha capito come evitare che possa ripresentarsi in futuro.

Il parere della Scienza sulle Onde d’urto alla Spalla

Leggendo la storia di Martina potrebbero esserti venuti dei dubbi sull’utilizzo di questa terapia.

Non ti preoccupare però, alla fine troverai i consigli che diamo anche ai nostri pazienti.

Pensiamo però giusto darti un parere il più neutrale e sincero possibile: quello della Scienza.

A questo proposito ti viene in aiuto un importantissimo studio pubblicato l’anno scorso (Surace, 2020).

Perchè un solo studio? Semplice. Si tratta di una Revisione Cochrane, uno degli studi più forti con il più alto livello di qualità metodologica.

In poche parole, è una garanzia di qualità e affidabilità.

Questo lavoro ha analizzato e confrontato i risultati di ben 32 studi scientifici per un totale di oltre 2000 persone con disturbi alla spalla.

In questo enorme studio è stata studiata la reale efficacia delle onde d’urto nei dolori alla spalla.

L’hanno confrontata anche con trattamenti come infiltrazioni, TENS, esercizi e onde d’urto finte.

Il risultato? Abbastanza preoccupante.

I risultati dicono infatti che le Onde d’urto non migliorano il dolore e la mobilità della Spalla a tre mesi di distanza, rispetto ad un placebo.

Che cos’è un placebo? È un trattamento “finto” nel quale non viene fatto niente di efficace, in modo da poter avere un confronto.

Questi risultati inoltre non dipendevano dalla presenza o meno di calcificazioni.

Le onde d’urto sembrano infatti efficaci nel riassorbire una calcificazione, ma questo non centra niente con il recupero.

Il mancato riassorbimento della calcificazione non significa infatti non poter avere una Spalla forte, affidabile e senza dolore.

In conclusione, gli esperti internazionali affermano che ad oggi i benefici delle onde d’urto alla spalla sono molto pochi.

I nostri consigli

Teniamo molto a darti alcuni consigli in merito. Questi derivano della nostra esperienza e iperspecializzazione nel trattamento della Spalla.

 

Consiglio 1: Non fare terapie palliative di dubbia efficacia.

Non è dimostrato e garantito che le onde d’urto diano un beneficio alla tua Spalla.

Inoltre, se questo avvenisse, è molto probabile sia solo temporaneo.

Perché non prendere una scorciatoia e risolvere subito il problema in modo efficace?

 

Consiglio 2: Trova la vera causa del tuo dolore (e non metterti a caccia delle calcificazioni).

Le onde d’urto pare che possano “sgretolare” una calcificazione.

Ma sei scuro che sia davvero quella la causa del tuo dolore?

Devi sapere infatti che molte persone hanno calcificazioni alle Spalle, senza avere nessun dolore.

Una delle cose più difficili è non lasciarsi influenzare dalla moltitudine di opinioni contrastanti di medici e professionisti sanitari.

 

Consiglio 3: Cerca una soluzione definitiva e duratura.

Esistono tanti trattamenti che possono offrirti una soluzione temporanea al problema.

Ma sei davvero sicuro di voler nascondere la polvere sotto al tappeto?

Il fatto che si ripresenti nuovamente a distanza di tempo non è “normale” o “sfortuna” come spesso ti viene fatto credere.

Significa che hai sbagliato terapia in passato.

Conclusioni

Negli ultimi trent’anni le onde d’urto si sono diffuse sempre più come intervento per le problematiche di spalla, specialmente nel trattamento delle calcificazioni.

Purtroppo dopo tutti questi anni ancora non trovano approvazione scientifica e i loro risultati sono temporanei e poco rilevanti.

A nostro parere, visto come stanno le cose, il loro utilizzo andrebbe evitato, salvo rari casi in cui ci sia un coinvolgimento diretto su altre parti anatomiche della Spalla.

Il nostro consiglio è di fare trattamenti più sicuri ed efficaci.

La migliore strategia è attraverso il movimento attivo, con l’utilizzo dalla terapia manuale.

Noi abbiamo basato le fondamenta del nostro Metodo Shoulder Center proprio su questo.

Trattamenti efficaci ed una strategia di azione sulla causa del problema, non sul sintomo.

Per scoprire nel dettaglio il nostro Metodo, ti invitiamo a scaricare la nostra Video Guida Gratuita.

  • Potrai scoprire anche perché il 96% dei trattamenti alla spalla fallisce.
  • E avere alcuni esercizi pratici, mostrati e spiegati da noi per aiutare da subito la tua spalla.

 

Puoi scaricarla subito al link qui sotto:

https://shouldercenter.it/risorse-gratuite

Alla salute della tua spalla

Shoulder Center™ – Specializzati nella Riabilitazione della Spalla

LO HAI TROVATO UTILE? CONDIVIDILO!

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram