1

La postura delle Spalle non centra NIENTE con il tuo dolore

ATTENZIONE

Quello che stai per leggere non è un articolo come tutti gli altri nel quale ti verranno dette le solite cose sulla Postura della Spalla.

Non ti verrà detto come dovresti sederti, né di stare più dritto mentre sei davanti al computer a lavoro. Niente di tutto ciò.

Quella che ti verrà detta è la verità, frutto di anni di studio, di ricerca e di un forte desiderio di iperspecializzazione che ci ha portato a creare il primo Centro in Italia Specializzato nella Riabilitazione della Spalla.

Se non hai intenzione di aprirti a conoscere ciò che dice la Scienza, continuando ad ascoltare il pensiero popolare e le teorie di Chiropratici, Posturologi e figure NON sanitarie..

QUESTO ARTICOLO NON FA PER TE

Ne troverai tanti altri sul web, nei quali finti esperti ti racconteranno le solite leggende sulla postura, ti diranno che potrai correggerla e ti potrai affidare ai loro magici esercizi correttivi.

Se invece il tuo obiettivo è avere informazioni serie e utili per risolvere definitivamente il tuo dolore alla Spalla..

..ci fa piacere averti qua con noi!

Metteremo nero su bianco le nostre conoscenze, offrendoti la possibilità di capire come prendere finalmente in mano il tuo problema e fare centro, liberandotene.

Sei pronto? Tieniti forte e buona lettura!

Cos’è la Postura?

Secondo noi anche tu sei in grado di rispondere a questa domanda.

La definizione è infatti semplicissima.

È la posizione che assume il nostro corpo nello spazio, in ogni momento.

Puoi quindi immaginare come noi assumiamo decine se non centinaia di migliaia di posture differenti ogni giorno.

La ricerca di quella “corretta” per combattere l’insorgenza di dolori alle Spalle, è stata oggetto di moltissimi studi in passato.

Andremo dopo a capire se, effettivamente, questi studi siano qualitativamente accettabili o no.

La Postura delle Spalle può causare dolore?

Il pensiero comune sostiene che una postura sbagliata delle Spalle possa causare il dolore.

Il caso tipico, in cui forse ti rivedi anche tu, è quello di chi è a lavoro alla scrivania e dopo non molto tempo inizia ad avvertire un fastidio o dolore.

È facile che venga fatta poi questa associazione:

Stare fermi a lavoro + dolore alla Spalla = problema causato dalla posizione.

SBAGLIATO

Prima cancelli dalla tua testa questa equazione e prima le tua possibilità di risolvere il tuo dolore alla Spalla aumenteranno sensibilmente.

Non ti preoccupare se possiamo sembrare un po’ duri, ti spiegheremo bene perché non bisogna ragionare in questo modo così superficiale.

Ti basti solo immaginare che si sono create delle vere e proprie professioni incentrate sul ruolo della postura, sulla possibilità di correggerla, di modificarla ecc.

È possibile modificare la propria postura?

La risposta è: certo! Ed è utile farlo? La risposta è: no!

È naturale che la postura sia modificabile. Basta alzare un braccio per riuscirci. Basta alzare le spalle e si è cambiata nuovamente la propria postura.

Lo si fa anche se ci si alza o ci si siede da una sedia e solo in quel movimento si è passati attraverso decine di posture differenti.

Quanto è utile però tutto ciò nel limitare l’insorgenza di dolore?

MOLTO POCO, ma sarebbe più giusto dire NIENTE.

Quando infatti si sta lavorando e si decide di cambiare posizione, magari stando più dritti, è ovvio si avverta un’immediata sensazione di sollievo.

Questo cambio di posizione genera un piacere perchè interrompe momentaneamente la contrazione dei muscoli che lavoravano fino a quel momento.

Alcuni di essi si riposano, altri si contraggono e ci si sente meglio!

Ecco allora che in automatico viene da fare un’associazione:

“Ero in quella posizione “sbagliata” e ora stando dritto in posizione “corretta” sto meglio. Quindi ha ragione chi dice che la Postura influisce!”

Postura Spalla e dolore

Come mantenere la corretta postura delle Spalle

Prova ad immaginare di stare seduta sulla sedia in ufficio.

Dopo ore ferma in quella posizione, noti che la Spalla incomincia a farti male.

Appena te ne rendi conto correggi subito la tua posizione, ti siedi più dritta e porti indietro le Spalle. Insomma, rispetti quello che hai sempre sentito si dovrebbe fare a lavoro.

Ti senti allora soddisfatta di questo tuo accorgimento e riprendi a lavorare da dove avevi interrotto.

Per quanto tempo hai modificato la tua Postura? 10 secondi, 20 secondi? 1 minuto volendo esagerare??

Quale influenza pensi abbia avuto quel minuto (o meno) rispetto alle 2 (o più!) ore precedenti in cui sei stata ferma nella precedente posizione?

Pensi davvero che, una volta ripreso a lavorare, qualcosa sia cambiato?

Ti rispondiamo noi: no.

Sei quindi riuscita a correggere la tua postura? Si, ma per pochissimo tempo.

Quando lavoriamo la nostra testa pensa a quello che stiamo facendo, non certo alla postura. Se quindi vogliamo intervenire su qualcosa, dobbiamo farlo altrove.

È infatti impossibile pretendere di poter controllare nel tempo la propria postura.

Chi progetta perfino degli esercizi, sostenendo che possano “controllarla al posto tuo” non è un professionista serio e non sa quello che sta dicendo.

Se fino ad ora ti abbiamo sconvolto, bene! Sappi però che il meglio deve ancora arrivare.

La postura delle Spalle può causare dolore?

Bene, eccoci al nodo cruciale. Preferiamo non girarci tanto intorno dicendoti subito la verità.

Non c’è nessuna dimostrazione Scientifica della correlazione tra postura e insorgenza di problemi muscoloscheletrici.

“Ma non è possibile, il medico mi ha prescritto la ginnastica posturale correttiva”

“Ma ho sempre sentito che la postura è la causa di tutti i dolori alle Spalle”

“Ma l’Osteopata una volta mi ha detto che dipendeva dal mio bacino storto”

Anche questa volta ti risponderemo con sincerità. Purtroppo, fai parte anche tu di tutte quelle persone che sono andate incontro ad un episodio di malasanità.

Professionisti che, per sentito dire, continuano a tramandare falsi miti sulla Riabilitazione della Spalla che potevano essere in dubbio 60 anni fa ma che oggi non lo sono più.

Sentiti libero, leggendo questo articolo, di credere a chi vuoi tu. Noi abbiamo il dovere etico come professionisti di divulgare la verità.

Di fatto, ti stiamo aprendo la porta per intervenire efficacemente nel tuo problema, ma non possiamo forzarti ad oltrepassarla.

Cosa dice la Scienza su Postura delle Spalle e Dolore

Proprio perché non siamo dei ciarlatani, ti vogliamo riportare cosa dicono in modo obiettivo e neutrale gli studi scientifici sull’argomento.

Un lavoro molto importante pubblicato nel 2019 su una famosa rivista di fama Internazionale nell’ambito Riabilitativo (il JOSPT) sostiene che:

  • Non esiste una singola postura corretta.
  • Differenze “posturali” tra persone sono assolutamente normali.
  • Non è dimostrato che posture sbagliate causino dolori.

 

Un altro importante ricercatore di fama internazionale, Ben Cormack, in un suo studio ha dimostrato che non è oggettivamente possibile misurare una differenza posturale.

Ti lasciamo immaginare l’importanza di una eventuale asimmetria giudicata “ad occhio”..

Per questo motivo non lasciarti influenzare da chi ti dice che il tuo dolore può essere causato da un problema posturale! Evita di finire anche tu in trappola.

Non ce ne vogliano Posturologi, Chinesiologi, Movimentologi, Maghi oscuri e Santoni..

Noi le cose le abbiamo imparate in anni di libri con percorsi formativi riconosciuti.

Fai dunque molta attenzione al professionista a cui affidi il tuo problema..

Questa scelta è una tua diretta responsabilità.

Perché mi viene dolore mentre lavoro?

“Quando lavoro per molto tempo, mi fa male la Spalla, come può non essere la postura il problema?”

Sei sicura che il problema sia effettivamente la posizione che assumi e non per quanto la mantieni?

Ti assicuriamo che in anni di lavoro da Fisioterapisti abbiamo visto migliaia di persone con dolori alla Spalla.

Impiegati, cassiere, magazzinieri, operatori sanitari, avvocati e perfino piloti di aerei!

È possibile che in ogni lavoro si assumano posture sbagliate?

Forse il problema potrebbe dipendere dal suo mantenimento a lungo durante un’intera giornata lavorativa.

Ecco che allora si scopre come l’impiegata stia per 8 ore ininterrottamente davanti al pc, l’operatore sanitario faccia un lavoro altamente ripetitivo e così anche per gli altri.

Ricorda una cosa importantissima!

Anche se stai fermo, i tuoi muscoli stanno lavorando.

Essi servono anche al mantenimento di una posizione. Se però questo viene fatto per 6, 8 o 12 ore lo faranno sempre gli stessi muscoli portandoli ad un vero e proprio sfiancamento!

Ecco allora che, guarda caso, spuntano i dolori alle Spalle.

La postura della Spalla è correggibile con esercizi?

Avendo letto fino a qua, avrai capito che questa domanda non ha senso di esistere. La Postura non è la causa del problema.

Assumiamo un numero inimmaginabile di posture differenti ogni giorno.

Anche se fosse possibile (e te lo diciamo, non lo è) non avrebbe nessun senso.

Gira quindi lo sguardo , perché la causa è da ricercare altrove e ne parleremo nel prossimo paragrafo.

Tieni bene a mente che quando si fa la ginnastica posturale, non si sta correggendo mica la postura.

Si sta facendo attività motoria, per questo le persone stanno meglio!

Consigli VERI per limitare il dolore a lavoro.

Ora che finalmente hai fatto piazza pulita di tutte le stupidaggini e falsi miti sulla postura, possiamo parlare ad un livello qualitativamente diverso.

Cosa fare se hai dolore a lavoro e vuoi cercare di limitarlo il più possibile.

Consiglio n. 1: Cambia spesso posizione!

Questa è una cosa fondamentale. Non puoi permetterti di sfiancare i tuoi muscoli a stare fermi in contrazione per così tanto tempo.

Se sei alla scrivania alzati, vai in bagno, vai a fare delle fotocopie, inventati una scusa ma alzati da quella sedia.

L’ideale sarebbe farlo ogni 30-60 minuti, per 2-3 minuti e poi riprendere il lavoro. Cerca di fermarti PRIMA dell’insorgenza o aumento del dolore alla Spalla.

In questo caso ti potrebbe essere utile impostare più sveglie sul telefono o sul computer, con una notifica che ti ricordi di “spezzare” e muoverti.

Consiglio n. 2: Fai in modo che, finito il lavoro, non segua il divano.

Lo so, è come se avessi appena ricevuto uno schiaffo, ma ci siamo detti di dire la verità, giusto?

Non serve tanto, basta un po’ di attività motoria, ma fatta con regolarità.

Consiglio n. 3: Non aspettare che un problemino diventi un problemone!

Se hai un dolore che non risponde molto a questi consigli, non ignorarlo..

Nel caso di un dolore alla Spalla vuol dire solo nascondere la polvere sotto al tappeto, fidati.

Consiglio extra:

Se qualcuno ti dice che la postura è la causa del tuo problema alla Spalla, scappa più veloce che puoi!

Ovviamente siamo ironici, ma fino ad un certo punto, perché una diagnosi sbagliata hai idea di quanto tempo, energie e soldi ti può costare?

Conclusioni

Speriamo che questo articolo non ti abbia sconvolto.

Ti abbiamo aperto una porta verso la possibilità di una completa guarigione della Spalla, ma non possiamo obbligarti a varcarla.

Speriamo anche solo di averti fatto notare come non tutto quello che ti viene raccontato da Medici, Fisioterapisti e altri professionisti sia sempre vero.

Se quella strada non porta a risultati, cambiala!

Se invece non lo hai ancora fatto, evita di cadere vittima di questi falsi miti che, vedrai, nel giro di qualche anno saranno destinati a scomparire per sempre.

Dopo questi preziosi consigli, i regali per te non sono ancora finiti.

Abbiamo infatti creato una Video Guida, un vero e proprio mini corso, totalmente gratuito, con il quale ti possiamo aiutare ad affrontare già da subito il tuo problema.

Se vuoi è scaricarla è semplicissimo, ti basterà farlo al link qui sotto:

https://shouldercenter.it/risorse-gratuite

Con la Video Guida scoprirai:

  • Perché il 96% dei trattamenti riabilitativi alla spalla
  • Il Metodo Shoulder Center™ e cosa lo rende così
  • Alcuni esercizi pratici, mostrati e spiegati da noi, per affrontare da subito il tuo problema.

 

Alla salute della tua spalla!

Shoulder Center™ – Specializzati nella Riabilitazione della Spalla

LO HAI TROVATO UTILE? CONDIVIDILO!

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram