1

Spalla Congelata: è vero che guarisce da sola?

Scommetto che sei andato/a dal tuo fisioterapista di fiducia (generico) o da uno dei tanti ortopedici che sembra ti vogliano buttare fuori dalla porta il prima possibile, che ti hanno detto:

“La sua è una spalla congelata ma non si preoccupi, guarirà da sola, faccia finta di nulla..”

“Facile a dirlo” avrai pensato..

La spalla infatti la muovi a fatica, vestirsi è diventata un’impresa per non parlare di attività come lavarti la testa o anche solo dormire la notte, diventato un incubo.

Comprensibilmente sarai stato preso dal panico e la prima cosa a cui hai pensato è stata:

“Resterò così per sempre?”

Ma per fortuna che ti sei messo a cercare su Google una possibile soluzione, anche perché evidentemente le sue parole non ti hanno poi convinto così tanto.

Bene, alla fine di questo articolo ti posso assicurare che NON tirerai un sospiro di sollievo, NON penserai che la strada è tutta in discesa e non dovrai nemmeno alzare un dito, ma saprai un’altra cosa..

Quello che devi esattamente fare per guarire completamente ed efficacemente da una Spalla Congelata o Capsulite adesiva, indipendentemente da quanto tempo tu ce l’abbia.

Ah sì, non so se te l’ho detto.

Siamo Shoulder Center, il primo Centro in Italia specializzato nella riabilitazione della Spalla. Quindi non siamo proprio gli ultimi arrivati.

Non so se lo sai, ma abbiamo anche scritto un libro che si chiama Habemus Spalla, la stessa esclamazione che dirai non appena lo avrai letto e avrai in testa ciò che bisogna sapere per far guarire la tua spalla.

Il libro è in offerta di lancio e hai insieme al libro oltre 1 ora di esercizi pratici, mostrati e spiegati dai noi (e ti assicuriamo che un’ora del nostro tempo vale parecchio), per cui fossi in te non aspetterei altro tempo.

Clicca qui per acquistare adesso la tua copia

Quali stupidate ti dicono solitamente sulla spalla congelata.

Non so se lo sai ma il termine “Spalla Congelata” è stato inventato una cosa come 120 anni fa (quindi a livello scientifico è come se fossimo all’epoca dei dinosauri).

Si sono infatti immaginati una spalla bloccata dal ghiaccio che si sarebbe dovuta scongelare “con calma”, esattamente come quando tiriamo fuori dal freezer la cena al pomeriggio.

Pensa che si sono persino inventati 3 fasi: congelamento, congelata, scongelamento, dandogli perfino dei tempi, totalmente inventati e privi di alcuna prova scientifica.

Probabilmente il tuo medico o fisioterapista, armati di clava, vivono ancora nel paleolitico e sono convinti che aspettando o muovendo un po’ alla volta la spalla, tutto sarà felicemente in discesa.

Per farti un esempio pratico, due mesi fa (scriviamo a Settembre 2021) è venuta nel nostro Centro di Verona una paziente da Torino.

A questa povera signora le è stato detto che la sua spalla non solo NON era congelata, ma le sono pure stati dati esercizi generici senza nessuna specificità (quindi roba che si dà a chiunque, a prescindere) con la garanzia che in breve tempo sarebbe stata meglio.

Indovina? Un fallimento totale (cosa per noi abbastanza nota, se già ci segui)

Ah sì, se ancora non lo fai, iscriviti immediatamente al nostro Canale YouTube, ti lascio qui sotto un video con il pulsante per iscriverti con un solo click.

Quel canale è una miniera d’oro per chi ha un dolore alla spalla, quindi come vedi ti stiamo lanciando parecchi “salvagenti” per aiutarti, cerca di afferrarne qualcuno.

Clicca qui per visitare il nostro Canale YouTube

Ma torniamo a noi, insomma, la signora aveva una spalla congelata e pure NON riconosciuta. Oltretutto, non trattata e con rischio di disabilità permanente ALTO (ma ne parleremo tra poco).

Come se non bastasse, le è stato detto che avrebbe dovuto fare delle sedute di fisioterapia 2 o 3 volte la settimana e che in un mese la spalla sarebbe poi tornata come prima.

Una marea di sciocchezze, menomale che tu non ci hai creduto.

La spalla congelata NON si risolve da sola

Arriviamo quindi alle note dolenti ma vere e sincere.

La spalla congelata non si risolve spontaneamente e le 3 fasi, pensate oltre un secolo fa, sono state totalmente spazzate via da moderni studi scientifici.

Come se non bastasse, hanno studiato cosa succedeva a chi “lasciava scongelare la spalla” aspettando.

Hanno infatti seguito delle spalle congelate non trattate o trattate male dopo 10 anni. Il risultato?

Il 54% avevano una limitazione articolare permanente alla spalla, vuol dire che non la muovevano più con la stessa ampiezza e forza della spalla opposta.

Inoltre il 7% avevano una disabilità grave, vuol dire quindi che avevano perso la loro autonomia.

Per caso, il tuo medico o terapista ti hanno mai detto una cosa del genere? Perché siamo sicuri che, se lo avessero saputo, sicuramente te l’avrebbero detto, vista l’importanza.

Come puoi capire quindi non stiamo giocando. La spalla congelata e molto comune ma, scusa l’ironia, significa giocare più CON IL FUOCO che con il ghiaccio.

Queste cose le devi sapere, ma non solo, ti diremo anche quello che dovrai esattamente fare per non finire anche tu in questi casi, non ti preoccupare.

Come si guarisce allora da una spalla congelata.

Qui il discorso si fa più complesso, ma cercheremo comunque di essere semplici e chiari.

La cosa più importante è intercettare il problema il prima possibile, quando ancora la rigidità dell’articolazione non è molto marcata.

Questo non vuol dire che chi sia più rigido e bloccato non possa guarire, ma richiederà ancor più lavoro, tempo e fatica.

Se quindi stai leggendo queste frasi, sospetti di avere questo problema, non vuoi arrivare ad avere un problema più serio ma soprattutto sei convinto e motivato nel voler risolvere, forse noi possiamo fare al caso tuo.

Prendiamo infatti solo un numero limitato di pazienti ogni mese, seguiti perfettamente ed in maniera risolutiva.

Sia che tu possa raggiungere Verona o abiti lontano, puoi provare ad inviare la tua candidatura. Soprattutto dal momento in cui svolgiamo anche percorsi riabilitativi a distanza.

Per scoprire come fare clicca qui sotto.

Come posso candidarmi per una prima visita

Una volta identificato il problema quanto prima, è fondamentale capire quelli che sono i tempi di guarigione del problema.

Nel caso di una spalla congelata o capsulite adesiva si parla di mesi di lavoro, almeno 3-4 ma, a seconda dei casi, si può anche andare oltre. Il recupero al 100% avviene invece dopo circa un anno.

Perciò è possibile guarire in modo completo e duraturo? Si! È possibile farlo in un mese? NO! Per questo motivo noi svolgiamo percorsi con singole sedute settimanali.

Perché il nostro obiettivo è che tu guarisca, e non è concreto pensare di farlo in così poco tempo. Noi non prendiamo in giro nessuno e diciamo sempre le cose come stanno.

Infine, cosa importantissima, non bastano solo gli esercizi, ma sono necessarie tecniche di stretching sui tessuti capsulari articolari. Quindi specifiche manovre di terapia manuale.

Hai capito perché trattare una spalla congelata sin questo modo, senza strategia, serve a niente?

Cose che devi assolutamente evitare come la peste.

Rapida carrellata di spazzatura e terapie scadenti da evitare scappando a gambe levate.

1) Massaggi. Non servono A NIENTE per qualsiasi dolore alla spalla (scusate, massaggiatori).

2) Macchinette elettromedicali: Tecar, Laser, Ultrasuono, Tens, Magnetoterapia ecc. ecc.

Non giriamoci troppo intorno. Queste robe sono delle TRUFFE. Non c’è NESSUNA prova scientifica di efficacia e alcune di esse sono SCONOSCIUTE fuori dall’Italia (come la Tecar).

Noi ti abbiamo avvisato, se poi vuoi spendere un bel po’ di soldi per averne la prova, fai pure.

3) Pomate, cerotti e altre robe simili. Anche qui, roba da santoni, niente di utile.

4) Onde d’urto. Ti potrà sembrare assurdo, ma i risultati delle onde d’urto non sono poi così incoraggianti da consigliarne l’utilizzo.

Se un centro specializzato nella riabilitazione della spalla, non ha MAI usato nessuna di queste terapie, fatti qualche domanda.

5) Professionisti generici NON specializzati. Terreno molto scivoloso e pericoloso, ma attento a chi ti rivolgi e a chi affidi la tua salute.

Ti ricordi della nostra paziente di Torino? Potrebbe capitare anche a qualcun altro (di certo non tu, dopo che ci hai conosciuto).

Cosa DEVI fare.

La prima cosa è non perdere altro tempo alla ricerca della soluzione miracolosa, ma affidarti a qualcuno di serio che sappia davvero portarti al completo risultato.

La cosa più importante è infatti identificare IL PRIMA POSSIBILE la causa del problema ed intervenire efficacemente e subito, liberandosene per sempre.

Se anche tu fai parte di chi NON vuole ritrovarsi un domani a dire “se solo mi fossi mosso per tempo ora sarebbe tutta un’altra cosa” quello che DEVI fare ora sono 3 cose:

1) Ordinare una copia del nostro Libro Habemus Spalla, cliccando qui sotto:

ORDINA ORA UNA COPIA DEL LIBRO “HABEMUS SPALLA”

2) Iscriverti al nostro Canale YouTube. Una autentica miniera d’oro con tutte le informazioni necessarie per capire quale sia la giusta strada da intraprendere. Lo puoi fare cliccando qui sotto.

VISITA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

3) Inviare la tua candidatura per sottoporre la tua spalla alla nostra attenzione. Ogni mese infatti prendiamo in carico solo un numero limitato di pazienti, motivati a liberarsi del problema al 100%. Se desideri farne parte anche tu, clicca qui sotto.

VOGLIO INVIARE LA MIA CANDIDATURA

Alla salute della tua spalla.

Shoulder Center™ – Specializzati nella Riabilitazione della Spalla.

SEGUICI SUI SOCIAL

Centro di Fisioterapia della Spalla a Verona

Come si guarisce allora da una spalla congelata.

LO HAI TROVATO UTILE? CONDIVIDILO!

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram